Servizi Impianti elettrici

Impianti elettrici a norma garantiscono comfort e sicurezza. Molte delle nuove tecnologie disponibili sul mercato attuale, sono spesso collocate in luoghi edificati secondo metodologie ormai obsolete, questo determina un’incompatibilità strutturale che rischia di compromettere l’agio e la sicurezza dell’utente.

Per garantire inoltre livelli di prestazione elevati, è sempre necessario seguire le normative che controllano la progettazione, l’installazione ed il collaudo di circuiti elettrici domestici.

 

La normativa CEI 64-8/3 “Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000 V in corrente alternata e a 1500 V in corrente continua”, in vigore dal 1° settembre 2011 nella sua ultima versione per gli impianti di nuova installazione, divide gli impianti tre nuovi livelli di prestazione in base alla metratura dell’abitazione garantendo così prestazione elevate, comfort e risparmio energetico:

 

  • Base: prevede le dotazioni minime degli impianti elettrici;
  • Standard: per chi sceglie un livello di sicurezza e
    comfort migliore;
  • Domotico: destinato all’utente che sceglie una casa ai
    livelli massimi di standard.

 

Con questa classificazione del livello di qualità, l’installatore può quindi certificare le prestazioni degli impianti elettrici realizzati, con conseguente aumento della valutazione economica dell’immobile.

Impianti elettrici: quale potenza?

A seconda della metratura dell’immobile sarà indispensabile provvedere ad una potenza di:

 

  • Minimo 3 kw per unità abitative fino a 75mq.
  • Minimo 6 kw per unità abitative con metrature
    superiori a 75mq (questo prevede un progetto a firma di un tecnico
    abilitato per potenze superiori a 6 kw contrattuali).
  • Il quadro elettrico è sempre obbligatorio e deve
    essere dotato di un interruttore da:
  • Minimo 25 ampere per una potenza di 3 kw.
  • Minimo 32 ampere per una potenza di 6 kw.
  • In previsione di futuri ampliamenti va sempre
    previsto il 15% in più dei moduli precedentemente installati (e comunque
    almeno 2 moduli liberi).

 

I cavi degli impianti devono essere rimuovibili ed i loro isolanti colorati in base alla norma CEI-UNEL 00722.
I circuiti terminali dell’unità abitativa devono essere obbligatoriamente suddivisi tra due interruttori differenziali.

I collegamenti dei cavi vanno eseguiti con appositi morsetti all’interno di cassette ispezionabili, e l’entra-esci sui morsetti delle prese è ammesso al massimo tra due scatole consecutive. Secondo il Nuovo Allegato A della CEI ciascun locale deve deve avere una dotazione minima.

Edil C.I.T.: i nostri impianti 

EDIL C.I.T. è un azienda qualificata per la manutenzione, l’installazione, la trasformazione e l’ampliamento di impianti elettrici ai sensi del D.M. 37/2008, e possiamo realizzare i seguenti impianti:

 

  • Elettrici completi
  • Citofonici e videocitofonici
  • Automazione cancelli
  • Automazione serrande
  • Antintrusione e antifurto
  • Ricezione TV
  • TV a circuito chiuso

 

Scopri il prezzo dedicato secondo le tue esigenze! 

Gallery

Copyright @ 2020 Edil CIT srl